IL FOLKLORE

Pur essendo di piccole dimensioni l’isola è ricca di tradizioni molto antiche, legate a particolari feste IMG 5226o date dell’anno. Il Capodanno si festeggia in Piazza Gloriosa a Giglio Castello con uno spettacolo musicale, assaggi di dolci, cioccolata calda e vin brulè. Per tale occasione negli anni passati veniva suonata e cantata, a notte fonda, una nenia di auguri alle migliori famiglie del Castello. Ai tempi d’oggi, per mantenere viva la tradizione, la nenia viene eseguita verso le ore 18 del 31 Dicembre a Giglio Castello e nel pomeriggio del 1 Gennaio a Giglio Porto. asinelloUsanze particolari anche nel periodo pasquale: la benedizione in chiesa delle uova di cioccolato nella domenica delle palme; la consegna della chiave del Santo Sepolcro, affidata per tre giorni ad un fedele che ne fa richiesta; la processione per le vie di Giglio Castello il giorno di Pasqua alle 8 di mattina, seguita da un’abbondante colazione a base di uova sode, coratella, pane con gli anaci e schiaccia di Pasqua. Infine ci sono le feste dei santi patroni dei tre centri abitati: il 15 Settembre a Giglio Castello si festeggia S. Mamiliano, patrono dell’isola. Al mattino, dopo la messa, si svolge la processione in piazza con la reliquia decactusl braccio del Santo, nel pomeriggio c’è il Palio degli Asini, al quale partecipano i quattro rioni del borgo: Centro, Cisterna, Rocca e Casamatta. La festa si svolge in piazza con la quadriglia (un ballo tradizionale molto coinvolgente), spettacoli musicali, giochi per grandi e piccini, stand con piatti tipici da degustare. A Giglio Porto il 10 Agosto si ricorda San Lorenzo con il Palio marinaro tra i tre rioni del paese: il Saraceno, il Moletto e il Centro, e serate danzanti. Il 16 Agosto a Giglio Campese c’è la festa di San Rocco con processione in mareDSC09435, concerti, ballo in piazza e schiuma party. Tutte le feste si concludono con spettacoli pirotecnici. A queste feste bisogna aggiungere altri eventi che si svolgono nel periodo estivo: le sagre del totano a Giglio Campese, la manifestazione “Antichi sapori di mare: a spasso tra i rioni” a Giglio Porto dove si può gustare in riva al mare del delizioso pesce fritto. Un evento che ha preso piede negli ultimi anni è la “Festa dell’uva e delle cantine aperte”: si svolge a Giglio Castello nell’ultima settimana di Settembre e dura tre giorni dal giovedì al sabato. Ogni giorno, dalle ore 18.00 in poi, si può girovagare per i vicoli del borgo e fermarsi nelle varie cantine a mangiare e bere del buon vino ansonaco.