Spiagge e calette dell’Isola del Giglio

Ecco le spiagge maggiori e le calette da visitare all’Isola del Giglio:

Spiaggia di Campese

La spiaggia di Campese è la più estesa dell’isola del Giglio, e si trova nella parte nord-ovest, circondata tutt’intorno da colline che digradano fino al mare disegnando un piccolo golfo delimitato da un lato da una torre seicentesca (utilizzata come difesa per l’avvistamento dei Saraceni) e dall’altro da un suggestivo faraglione (punto ideale per lo snorkeling).  Inoltre, alle estremità della spiaggia, si trovano scogliere granitiche, caratteristiche della costa del Giglio. La spiaggia è in parte attrezzata e in parte libera e alle sue spalle, si sviluppa il piccolo centro abitato di Campese dotato di tutti i servizi, con negozi e locali, comprese aree destinate al parcheggio delle auto.

Spiaggia delle Cannelle

A sud di Giglio Porto, la spiaggia delle Cannelle è la seconda dell’isola per estensione, lunga circa 100 metri e caratterizzata da una sabbia chiara fatta di minerali di quarzo che esaltano la limpidezza delle acque. La spiaggia prosegue con basse scogliere dove è possibile fare snorkeling. Incastonata in un paesaggio che sembra incontaminato, la spiaggia offre tutte le comodità, con stabilimento balneare per l’affitto di ombrelloni e lettini. Cannelle è raggiungibile anche a piedi dal porto, in circa 15 minuti, ma sono disponibili anche parcheggi a pagamento per chi arriva in auto.

Spiaggia delle Caldane

Più tranquilla e riservata, la spiaggia delle Caldane è raggiungibile a piedi tramite un sentiero che parte dalla spiaggia delle Cannelle o via mare con il servizio navetta dei battelli che partono da giglio Porto. È piccola, ma forse la più bella delle calette dell’isola, protetta da una ricca vegetazione mediterranea e lambita da acque basse e cristalline.

Spiaggia dell’Arenella

A Nord rispetto Giglio Porto, si trova una spiaggia da non perdere, la spiaggia dell’Arenella, piccola e bellissima, anch’essa circondata dalla macchia mediterranea. Facilmente raggiungibile in macchina, offre molti servizi sia per la spiaggia che per la ristorazione. Adatta alle famiglie con bambini per via di un fondale sabbioso che digrada dolcemente e per la presenza di basse scogliere proprio al centro della spiaggia dove i bambini possono divertirsi con maschera e pinne, vicino alla riva. Anche in questo caso la spiaggia termina con grandi scogliere di granito dove praticare snorkeling.

Oltre alle spiagge principali, l’isola del Giglio è circondata da calette e luoghi eccezionali, alcuni facili da raggiungere, altri visitabili solo camminando per sentieri nella natura o tramite imbarcazioni. A Giglio Porto sono molti i barcaioli che offrono servizio di trasporto anche per poche persone, per queste calette nascoste. Ecco quelle da non perdere:

Le calette minori

La caletta del Saraceno

Vicina al porto ma non da meno in quanto a fascino o a limpidezza delle acque, questa caletta è un punto strategico per chi è in visita al Giglio senza macchina e non desidera altro che tuffarsi in mare. Una caletta pittoresca, con abitazioni caratteristiche se sorgono proprio a ridosso della scogliera che circonda la caletta.

Cala dell’Allume

A Nord di Giglio Campese, dove si trova il deposito degli autobus, parte un sentiero che porta fino a questa caletta a cui si scende attraverso una ripida scala ricavata roccia. Una caletta fatta solo di scogliera che offre un fondale roccioso e ricco di vita sottomarina che lo rende ideale per le immersioni. Inoltre, trovandosi nelle vicinanze della miniera di Allume, per gli appassionati di mineralogia, qui sarà possibile trovare frammenti di pirite.

Cala Cupa

Cala Cupa si trova proprio al di sotto della Torre del Lazzaretto, poco a nord di  Giglio porto. È raggiungibile solo via mare ed è una meta imperdibile per gli appassionati di immersioni, qui il fondale è caratterizzato da prati di posidonia dove pascolano tantissimi pesci.

Cala del Lazzaretto

Dal lato opposto, rispetto a cala Cupa, di punta lazzaretto, dove si trova l’omonima torre, questa caletta è raggiungibile via mare. Il periodo migliore per visitare questa caletta è in primavera, quando è possibile ammirare lo spettacolo della fioritura dei fichi, una cascata di colori rossi che colora l’alta scogliera creando un suggestivo contrasto di colori con il blu del mare e del cielo e il verde della vegetazione circostante. Non da ultima la piccola caletta di sabbia bianca incastonata nelle rocce e lambita dall’acqua cristallina.

Cala Smeraldo

Cala Smeraldo è un angolo di mare meraviglioso, raggiungibile da Giglio porto percorrendo la strada principale verso sud. A poca distanza dalla spiaggia delle cannelle, si accede a questa piccola caletta tramite un sentiero che scende lungo la scogliera. Quello che si apre alla vista è un mare limpido con i riflessi dello smeraldo.

Cala del Corvo

Cala del Corvo è una caletta così nominata per uno scoglio a forma di corvo, e vicino a un’omonima grotta che si consiglia di visitare. Posto ideale per le immersioni con un fondale frastagliato e ricco di fauna e vegetazione.

Non meno affascinanti da visitare, ci sono:

Cala Torricella, Cala dei Fiori, Cala Tamburato, Cala Saracinesca, Cala Schizzatoio Cala Pietrabona e Cala Sparvieri.