Isola del Giglio con bambini: un’oasi su misura per i più piccoli

Una breve guida pratica per godersi l’Isola del Giglio in completo relax e serenità con tutta la famiglia. Spiagge ideali per bambini, attività organizzate sull’isola, anche per i ragazzi.

Vacanza è sinonimo di relax e divertimento ma le esigenze cambiano rispettivamente in caso di turismo di gruppo, di coppia o di famiglia. Quando si viaggia con i figli bisogna tenere conto di aspetti logistici e ricreativi, oltre al confort e alla sicurezza. Per queste ed altre ragioni è fondamentale scegliere una meta che possa soddisfare le necessità di tutti, garantendo una permanenza piacevole e di svago.

L’Isola del Giglio è la location ideale perché mette insieme natura incontaminata, ampia offerta ricettiva, spazi e percorsi adatti sia agli adulti che ai bambini. Vediamo nel dettaglio cosa offre l’sola:

 

Isola del Giglio con bambini, guida pratica family friendly

Chiariamolo fin da subito, l’Isola del Giglio non è Ibiza, c’è posto per tutti e di sicuro nessuno resta deluso, ma si tratta di un turismo decisamente più tranquillo. Una vacanza in questo piccolo paradiso è un’esperienza introspettiva, fatta di scenari mozzafiato, scorci romantici, sole, mare, allegria e benessere. Il contesto meno caotico e dispersivo ne fa un luogo perfetto per una permanenza breve o lunga con il partner e con la famiglia. In un posto simile i bambini e i ragazzi hanno l’opportunità di dedicarsi a sane attività di svago all’aria aperta, facendo lunghe passeggiate, escursioni, nuotate, giri in bici ed esplorazioni alla scoperta degli angoli più suggestivi e magici.

L’isola è sotto vari aspetti una location family friendly, a cominciare dalle sue caratteristiche fisiche, con dimensioni contenute, cale chiuse e raccolte come la spiaggia di Campese dove il mare è quasi sempre calmo. Strade e vie sono tutt’altro che trafficate, nemmeno nei centri abitati principali, quindi tenendo comunque uno sguardo sui figli, si possono allentare un po’ le briglie e lasciarli liberi senza timore. Sotto il profilo delle strutture ricettive non c’è che l’imbarazzo della scelta, in quanto ogni hotel, b&b, casa vacanze, resort dell’Isola del Giglio è perfettamente preparato e attrezzato ad accogliere sia gruppi che famiglie. Per finire c’è sempre qualcosa da fare o da vedere, dai sentieri paesaggistici ai borghi dal fascino quasi fiabesco. Ci si muove senza difficoltà, con la propria vettura, con i trasporti pubblici, privati o anche a piedi, poiché molte distanze sono relativamente accessibili e si possono coprire con una piacevole camminata.

Isola del Giglio spiagge bambini, lidi per giovani e giovanissimi

Spiaggia delle Cannelle. A diversi metri di distanza dalla riva qui il fondale si mantiene poco profondo, senza scendere bruscamente di livello. Il contesto è ideale per i bambini che possono divertirsi a fare il bagno senza preoccupazioni, restando sempre a vista dei genitori. La spiaggia è fornita di tutti i servizi, dal noleggio lettini ed ombrelloni fino ai bar e parcheggio a custodito a pagamento. Il lido può essere raggiunto via terra in auto o in taxi, oppure via mare con taxi boat.

Spiaggia dell’Arenella. Raggiungibile sia con auto propria che con i mezzi pubblici che partono da Giglio Porto, questa caletta è indicata per i più piccoli perché l’acqua non è profonda e le basse scogliere vicino alla riva sono ottime per giocare a fare tuffi o immergersi con la maschera.

Isola del Giglio per bambini e ragazzi

Ogni estate sull’isola vengono organizzate attività ludiche dedicate ai bambini e ai ragazzi con un calendario di eventi. Nel dettaglio le associazioni locali allestiscono giostre, laboratori artistici, teatrali e di artigianato, oltre ad attività di musica e ballo. Le attività sono suddivise per fasce di età dai 5 ai 10 anni o dai 9 ai 14 anni. Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito web della Pro Loco dell’Isola del Giglio.

Come arrivare e muoversi sull’isola

Traghetto. Da porto Santo Stefano, gli imbarchi e i collegamenti con l’isola sono numerosi e distribuiti lungo l’arco della giornata. Il tragitto dura circa un’ora. In treno la stazione di riferimento è Orbetello-Monte Argentario. In aereo gli aeroporti di riferimento sono Pisa, Ciampino o Fiumicino. In auto bisogna imboccare l’Aurelia. Arrivati sull’isola si può scegliere tra mezzi propri, autobus, taxi, barche con o senza pilota.